Gruppo di hackers Anonymous ‘sventato attacco Isis contro Italia’

ANONYMOUS: ‘SVENTATO ATTACCO ISIS CONTRO ITALIA’ – Dopo gli attacchi del 13 novembre 2015 a Parigi, il gruppo Anonymous si è impegnato a dare la caccia online ai jihadisti per bloccare i loro piani, il tutto è stato confermato da un video su Youtube. Il gruppo di attivisti ha pubblicato e aggiornato un elenco di account Twitter che sostengono la propaganda dei jihadisti: una lista che contiene già più di 5.500 utenti.

ANONYMOUS: ‘IN QUESTO MESE ABBIAMO LAVORATO IN SILENZIO’ – Il gruppo di hackers Anonymous sostiene di aver sventato un attacco dello Stato islamico in Italia nel periodo immediatamente successivo alle stragi di Parigi. A scriverlo è il quotidiano Daily Mail che riporta un annuncio degli attivisti di Anonymous sul loro account “Operation Paris Twitter“: “In questo mese abbiamo lavorato in silenzio. Abbiamo già sventato un attacco dell’Isis contro l’Italia e speriamo di bloccarne altri”. L’operazione contro affiliati dell’Isis in Italia, hanno assicurato, è ancora in corso e verrà rivelata in dettaglio in un prossimo video. A quanto si apprende, due jihadisti sono stati “intercettati” da un attivista francese mentre parlavano della pianificazione dell’attacco.

ANONYMOUS: ‘A NOI NON IMPORTA DELLA GLORIA’ – Secondo quanto riportato da “Il fatto quotidiano”, alla domanda su perché non collaborino con le forze dell’ordine, hacktivista risponde così: “A noi non importa della gloria, vogliamo solo che le persone non vengano ammazzate. L’Islam non è colpevole di questi attentati, bensì le singole persone. Noi siamo benissimo in grado di tutelare le nazioni con le nostre azioni di Osint (Open Source Intelligence, ndr). Se scopriremo terroristi sui relativi suoli allora avviseremo le forze dell’ordine, ma se vogliono il primato per vantarsi di un servizio che loro non sono in grado di fare come lo spionaggio per la sicurezza pubblica, possono pure stare a guardare e imparare come si lavora per il bene comune”. Intanto, Anonymous ha anche lanciato una sorta di chiamata alle armi per tutti coloro che vogliano entrare a far parte della legione di hacktivisti, con due diverse operazioni: #opNewBlood e #OpPaperStorm.

Lascia un commento

Commenti momentaneamente chiusi per manutenzione del sito.